Viaggio

Isola di Cuverville e Orne Harbour

Pin
Send
Share
Send


Buongiorno Buongiorno! Buongiorno! il "Tocco di Diana" Abbiamo già in mente la testa di Rolf. Voglio registrarlo e inserirlo nella mia sveglia

Ho parlato della parola "atterraggio" in tutti questi giorni nelle storie. un "atterraggio" non è altro che un atterraggio. Spiegherò come lo facciamo oggi, ad esempio ...

Normalmente alle 6:30 suona il "Good morning", che ci dice che alle 7'00 possiamo andare a fare colazione. Oggi, dato che ieri sera c'è stato barbecue e mini-party fino a tardi, lo hanno ritardato alle 7:30.

Ci ricordano anche il tempo del primo "atterraggio". Oggi, ad esempio, quando la nave si è svegliata come "albero di Natale", cambieremo l'ordine pianificato e andremo prima a Curverville Island. 30 minuti prima (perché sono necessari) andiamo nella stanza e iniziamo quello che ho chiamato "Operazione cipolla". Calze termiche, pantaloni termici, camicia termica e guanti termici compongono il primo strato. Il resto al gusto del consumatore. Di solito indosso una calza grassa e uno stivale polare che indossa un altro tipo di calza interna, il tutto coperto da una ghetta per l'acqua. Sopra un doppio fondo pantaloni da sci. Il primo che ho messo sotto lo stivale per renderlo più impermeabile, e il secondo soprattutto. Sopra, una lunga maglietta, una felpa e infine una camera antivento foderata di goretex. Inoltre alcuni guanti da sci in cima ai precedenti, una sorta di "mutandine" per il collo e un cappello con o senza fodera. No, non ho finito. Dobbiamo ancora indossare la crema solare, indossare gli occhiali da sole con protezione UV, indossare un giubbotto di salvataggio di Molchanov e portare lo zaino con le telecamere. Come puoi vedere, i 30 minuti li impiegano.


Da lì, annunciano che gli zodiak sono preparati. Diamo il ritorno al numero assegnato per impostare "OFF" e sappiamo che siamo fuori, laviamo i nostri stivali (sia prima che dopo lo "sbarco") e scendiamo in gruppi di 10 persone alla barca.

Di solito cercano un posto abbastanza asciutto per sbarcare, ma a volte ci sono, come oggi, che non puoi e metti gli stivali fino alla caviglia o più nell'acqua gelida. Dicono che se cadi in acqua potresti vivere solo 1 minuto e mezzo prima di morire di arresto cardiaco. Mi vengono in mente le immagini del Titanic. Meglio non pensarci, hehe

Giovedì 10 dicembre
11'48, Cuverville Island
A 62º 37 'O, 64º 40' S

Nel Curverville Island, l'unico approdo è la spiaggia del nord. Il resto del perimetro è completamente bloccato da enormi scogliere.




Ancora una volta, è uno spettacolo in questo periodo dell'anno, in estate, vedi "nidificare" i pinguini "Juanitos" o Gentoo. Ed ecco una delle più grandi colonie di tutta l'Antartide.




Curverville Island ha due terzi del terreno coperto da un calotta glaciale permanente e i movimenti sono molto limitati, poiché ci sono molte aree chiuse per salvaguardare la vita dei veri protagonisti. Tuttavia, useremo le racchette da neve per non affondare.



È già il mio sedicesimo giorno di viaggio e non posso fare a meno di stupirmi come in un ambiente così desolato, camminando sul ghiaccio, tra ghiacciai e bianchi infiniti, la vita più esotica e abbagliante del pianeta può superare, che si apre silenziosamente modo.






Abbiamo trascorso un paio di ore piacevoli, il tempo è qualcosa di meglio di ieri. Ancora una volta, torniamo a Molchanov


Giovedì 10 dicembre
17'16, Spigot Peak, Porto di Orne
A 62º 33 'O, 64º 37' S

Mi stupisce ancora come cambiano le condizioni meteorologiche in questo "mondo sotterraneo".

Abbiamo mangiato e senza lasciare il tempo per il "pisolino" (che è già diventato un'usanza nel Molchanov), Rolf annuncia che chiunque voglia può essere incoraggiato a una buona escursione fino alla cima dello Spigot Peak, in One Harbourdove abbiamo ancorato


Quello di cui non ho dubbi, è che questa avventura in cui mi sono imbarcato, non è una spedizione normale ... Se abbiamo già fatto passeggiate, sbarco, avvistamento di balene, pinguini, uccelli, foche, leoni marini, visite in Zodiak ... ora è tempo di giocare! ! CARICA I PICCHI !!!




Famiglia e compagnia, come nella storia di ieri ti ho colpito con uno spavento, oggi ti racconterò buone notizie. Anche se dall'estate non faccio troppo sport, mi sento molto meglio di quanto mi aspettassi ... dai, che! SONO FANTASTICO !! ... L'altro giorno a Deception Island mi sono trovato molto bene, ma non ho messo nulla perché era una passeggiata abbastanza semplice e moderatamente duro, ma oggi mi sento particolarmente orgoglioso. Non tutti indicano questa salita, metà della nave decide che dopo il pasto non è il momento di scalare le vette. Manel non è incoraggiato. Angela, ovviamente, non forza la sua gamba su una salita come questa. Josep indica un bombardamento ed è il primo a salire sulla barca. Vado sulla terza barca. Sbarco e metto il passo su ... lì, ancora una volta sorpreso, vediamo di nuovo ad altezze considerevoli, a sottogola o sottogola pinguini o, come li chiamo io, gli "scalatori".




I panorami della baia sono davvero belli. Inoltre, il sole è venuto per incontrarci.


In un momento della scalata, Christian, che è colui che guida il gruppo, non molto convinto, prende la decisione di voltarsi. Un cielo grigio, accompagnato da una bufera di neve, ci si avvicina e può portarci una discesa molto pericolosa. In questi momenti, quasi toccando la cima, a pochi metri di distanza, mi trovo accanto a lui e un ragazzo israeliano. I 3 sono molto avanti rispetto al resto! (e che sono arrivato nella terza barca). Dai, mi sono sorpreso, quindi ho dovuto dirtelo. Ciò non significa che mentre scrivi queste righe sei ... MOLTO MOLTO STATO, hehehe




Ma se sono rimasto sorpreso, cosa dirti una signora di 79 anni, che mi ricorda Nonna Maria, la "nonna cotter" (un bacione per lei e Vale, che sanno che mi leggono ogni giorno), !!! FINO A PIÙ DI MEZZA !!! Dovevi vederlo. Quale forza di volontà! È la più vecchia della nave e ci gira intorno per entusiasmo e coraggio. Certo, le opinioni lo meritavano


Il ritorno al professor Molchanov è stato molto complicato. Onde giganti hanno reso lo zodiak supportato sulle scale per fare saliscendi di 3 e 4 metri. In particolare non ho avuto troppi problemi, ma una delle persone che sono venute sulla mia barca ha avuto un brutto momento e ha anche avuto una piccola crisi d'ansia per un momento, fino a quando sua moglie e i due russi che hanno aiutato sono sempre andati su e giù. Hanno partecipato e caricato. Un altro aneddoto.

Giovedì 10 dicembre
22:16, Danco Island
A 62º 36 'O, 64º 43' S

Con la cena nel corpo (oggi Cordon Blue), osserviamo che la nave è già stata ancorata di fronte Isola Danco. Perfino Josep e Angela, nel loro tempo di "sala fumatori" (il pavimento sopra il tabellone, all'aperto, ehe) hanno visto un iceberg letteralmente disintegrarsi, provocando piccole onde e una successiva immersione del pezzo rimanente.

Ha iniziato a tornare a nevica pesantemente. Abbiamo visto il vero Antartide per due giorni. Quello in cui le condizioni diventano più crude e inospitali, come in tutte le storie, storie e film che abbiamo visto prima o quell'immagine che tutti abbiamo sempre nella nostra retina. Ciò significa che gran parte dei membri della spedizione Molchanov non vogliono uscire. Abbiamo solo 2 barche, circa 20 persone. Angela, Josep e Manel non si rallegrano questa volta.




In queste condizioni, le racchette (come la mattina) diventano indispensabili. Christian tira il gruppo su per la montagna. Abbiamo proposto di completare nuovamente la collina dell'isola di Danco circondato da una moltitudine di nidi di pinguini e belle scene di "pinguino giù per la collina" a causa della grande inclinazione,



Sono stanco, non ho intenzione di ingannarti, anche se incoronerò la cima quasi con le ultime forze della giornata.


Mentre il resto dei miei compagni di classe sale, decido di scendere poco prima e sedermi per osservare ciò che mi circonda. Per alcuni minuti, il silenzio è quasi completo, interrotto da qualche pinguino all'oscuro. Sento la solitudine di un immenso deserto, il deserto bianco. Improvvisamente, un enorme rombo si contorce in lontananza, così lontano che non riesco a raggiungerlo con la vista. Seguono altri più piccoli. Sono grandi iceberg che si spezzano sull'acqua. Mi sento fortunato ad essere in grado di osservare una natura così diversa da quella che conosciamo. Anche il sole sembra non aver voluto perdere il momento. Non nevica più. La giornata finisce per me oggi. Domani sarà un altro giorno


Isacco dalle acque antartiche (Antartide)

Pin
Send
Share
Send