Viaggio

Valencia, Silk City 2016

Pin
Send
Share
Send


I missionari (e forse altri mercanti) lo hanno fatto prima, ma tutti associamo i famosi viaggi di Marco Polo come i primi viaggi commerciali in Asia, in particolare alla ricerca di quei prodotti di lusso (seta, spezie) che erano l'oggetto del desiderio in Europa ma ... sapevi che parte della storia di Valencia è intrinsecamente legata alla seta da molti anni prima e che nel Medioevo è diventato così importante che l'industria è arrivata a creare la Gilda di Velluters? Ti prendiamo oggi per Valencia, dichiarata Silk City 2016 dall'UNESCO.


La grande domanda è inevitabile, come è possibile che ci fosse seta a Valencia prima che il mercante veneziano aprisse la famosa rotta commerciale per la Mongolia e la Cina?

La via della seta, un po 'di storia

Nessuno ha imbrogliato se lo ammettoappassionato della via della seta e rimane uno dei miei sogni di viaggio da realizzare, il classico percorso da Venezia a Chang'an (attualmente Xi'an) che ha attraversato Persia, Tagikistan, Uzbekistan, Siria, Alessandria o Costantinopoli (ora Istanbul) contemplando oltre 5.000 km dichiarati Patrimonio mondiale come una delle sue varianti. Forse è per questo che sono sempre stato attratto dai miei viaggi in giro per il mondo per sedermi e guardare quelle enormi roulotte, alcune abbandonate e altre convertite, in Turchia, in Iran o nella sfortunata Siria



Ma la via della seta va ben oltre la rete commerciale la cui descrizione del viaggio di Marco Polo porta al suo splendore, già durante S.I.C. Vi furono contatti tra il mondo occidentale e l'India, o più tardi tra romani e mercanti asiatici. Ciò che è veramente eccitante è questo600 anni prima di Marco Polo c'erano già prove dell'esistenza della seta in Spagna. Come può essere?

La spiegazione, confermata dal Gruppo valenziano dell'UNESCO non lascia spazio a dubbi,i califfati arabi hanno lasciato in Spagna un'eccitante ricchezza culturale e architettonica ma, soprattutto, un patrimonio di grande importanza per Valencia ... la seta attraverso la via africana!

Un tour di Valencia, Silk City 2016

Un nuovo giorno nasce a Valencia e mi rendo conto, per la prima volta nelle mie molteplici visite, di l'importanza della seta in un modo così popolare. Percorrere le sue strade oggi significa andare oltre la sua gastronomia, le sue spiagge o il suo patrimonio moderno, è dare una passeggiata attraverso la storia più artigianale e tradizionale (Mappa del Ufficio del turismo di Valencia)

il Quartiere "Velluters", ora noto come El Pilar, ha origine dal suo nome nel XV secolo, quando la maggior parte degli abitanti erano già artigiani della seta, trasformando così l'industria delle piastrelle e i mattoni iniziali. Strade come Guillén de Castro, Hospital e Barón de Cárcer o Quart, lasciano riferimenti agli artigiani che vivevano nelle sue strade e che nel Medioevo arrivarono a costituire la Gilda dei Velluters.


il Biblioteca ospedaliera, il Edificio della corporazione dei carpentieriil Palazzo del Tamaritil ex residenza signorile e laboratorio di sederoil Convento della Virgen del Pilardi Nostra Signora dell'Incarnazione o il Scuole Pie Lasciano una piacevole passeggiata lungo la "Via della seta" di Valencia che ci porta a la sua icona principale, The Silk Exchange, che merita un capitolo separato.

il Silk Art College Merita una sosta, dimora strutturalmente e tipologicamente gotica (grazie Antonio) con un campione di facciata barocca dell'estuario, fondata in occasione del boom della produzione della seta a Valencia nel 1479 con la partecipazione di maestri genovesi. Oggi ci sono 48 pergamene, 660 libri e 97 scatole di file, la stragrande maggioranza sulla Gilda di Velluters e che è attualmente in fase di ristrutturazione, renderà più impressionante uno dei musei dedicati all'arte della tessitura e della seta dall'Europa (riapertura nella primavera 2016, ma consente già l'accesso a diverse sale)

Con tutto ciò, non è sorprendenteLa Spagna ha richiesto una revisione delle mappe storiche del percorso che si è concluso a Venezia per includere Valencia, tra l'altro con edifici storici come la Lonja, un elemento essenziale in qualsiasi visita alla città

Il mercato della seta, la sua icona principale

Una posizione che nel 2016 commemorerà 20 anni della sua dichiarazione come patrimonio dell'umanità dall'UNESCO È più che un must-see, è un'icona in città e anche in questo particolare tour della via della seta a Valencia. Siamo di fronte a un capolavoro del gotico civile valenciano la cui costruzione risale alla fine del XV secolo.

Lo scambio di seta (originariamente chiamato anche mercato dei mercanti) divenne presto il centro nevralgico di oltre 293 maestri di semina certificati in città. Si dice che nel 18 ° secolo c'erano quasi 4.000 telai a Valencia e circa 70.000 abitanti vivevano su foto di seta via Guide di viaggio



La tua visita è essenziale per ogni viaggiatore che attraversa la città. Lì capirai il motivo principale per cui Valencia è Silk City nel 2016, sottolineando lo straordinario facciata posteriore della chiesa di Los Santos Juanessuo imponente sala colonnare o il Camera d'oro

Dettagli come la prima cosa che trovi è un patio con alberi di arancio, la cui spiegazione deriva dalla sfortunata epidemia che ha causato la seta è scomparsa da Valencia già nel XVIII secolo o ognuno di quelli strane sculture con creature "macabre" del tempo Sele ci spiega in la sua storia (Antonio ci lascia una grande spiegazione nei commenti anche del suo programma iconografico)



Vuoi scavare più a fondodi più sulla cultura della seta a Valencia? Da non perdere i tessuti nel Negozio di abbigliamento / officina Amparo Fabra, il Centro dell'artigianato della Comunità Valenciana o divertiti !! fallimenti!!


Si dice che la paella sia nata nelle zone rurali di Valencia tra il XV e il XVI secolo a causa della necessità degli agricoltori di ottenere un pasto veloce e facile da trasportare. Chi lo sa Forse se fosse passato qualche secolo prima che lo scambio sarebbe stato di seta per uno dei migliori piatti della cucina valenciana. E tu Cosa stai aspettando per conoscere Valencia, Silk City 2016?

Isacco, alla scoperta delle origini della via della seta a Valencia

Video: Silk & Valencia (Agosto 2020).

Pin
Send
Share
Send